Suoni e rumori, tutte le curiosità più interessanti sull’udito

Suoni e rumori, tutte le curiosità più interessanti sull’udito

Qual è il suono più basso che l’orecchio umano riesce a percepire? E qual è stato invece il rumore più forte mai registrato sulla Terra? Il Big Bang che rumore avrà fatto?
Esistono migliaia di curiosità sul tema dell’udito: Focus ha raccolto le più coinvolgenti e interessanti rispondendo a 15 grandi interrogativi.


• CHE RUMORE FECE LO SCOPPIO DEL BIG BANG? Incredibile a dirsi, ma l’esplosione che diede origine all’espansione dell’Universo, almeno all’inizio, fu proprio silenziosa! Le onde sonore, infatti, senza uno spazio per propagarsi né ostacoli da incontrare, non avevano il mezzo per generare il suono. Solo in un secondo momento, quando l’Universo iniziò a raffreddarsi e ad espandersi, le onde sonore presero a propagarsi nello spazio.


• QUAL E’ STATO IL RUMORE PIU’ INTENSO MAI REGISTRATO? L’eruzione del vulcano indonesiano Krakatoa, avvenuta il 27 agosto del 1883, raggiunse la potenza di 200 megatoni e fu udito in 50 Paesi, fino a 4.800 Km di distanza. Gli abitanti delle lontanissime Mauritius riuscirono a percepire un suono paragonabile al rumore di spari distanti. L’esplosione sprofondò in mare due terzi dell’isola di Krakatoa e diede vita al più violento tzunami dell’era moderna.


• QUAL E’ IL SUONO PIU’ DEBOLE CHE L’UOMO RIESCA A PERCEPIRE? Il suono più debole che l’orecchio umano sia in grado di sentire corrisponde a 20 milionesimi di Pascal ed è prodotto da una variazione della pressione atmosferica infinitamente lieve. Poiché la scala di variazione è di milioni di numeri, è stata definita l’unità di misura dei decibel, che parte proprio dalla soglia dell’udibile (20 milionesimi di Pascal). Quindi 0 dB rappresenta il minimo suono percepibile dall’orecchio umano.


• ESISTONO GARE DI RUMORI? Sì, si chiamano “dB Drag Racing” e premiano coloro che riescono a produrre il suono più assordante all’interno di un veicolo. Durante le competizioni vengono raggiunti anche i 155-160 dB, rumori ben più forti di quello prodotto da un jet in fase di decollo. Nessuno, naturalmente, può stare all’interno dell’abitacolo al momento della competizione.


• COME FUNZIONA LA SCALA DEI DECIBEL? I decibel sono l’unità di misura dell’intensità sonora. Trattandosi di una scala logaritmica, può risultare un po’ difficile da comprendere, ma basta conoscere alcuni principi base: per ogni aumento di 3 dB, il livello di pressione sonora raddoppia, mentre per ogni aumento di 10 dB, la pressione aumenta di 10 volte. Così un suono di 30 dB è 10 volte più forte di un suono di 20 dB, ma 100 volte più forte di 10 dB. Allo stesso modo 40 dB sono 100 volte più forti di 20 dB, anche se l’orecchio umano li percepisce forti solo il doppio.

• A QUANDO RISALE LA PRIMA ORDINANZA SUI RUMORI MOLESTI? La più antica ordinanza contro i rumori molesti fu emessa già nel VI secolo a.C. in Magna Grecia, a Sibari, dove venne disposto che fabbri e galli dovessero restare al di fuori della città, per non arrecare disturbo agli abitanti.


• CHI FU IL PRIMO A STUDIARE GLI EFFETTI DEL RUMORE SULLA SALUTE? Gli studi scientifici sul legame fra rumore e salute risalgono a fine Ottocento: nel 1886 il chirurgo di Glasgow Thomas Barr esaminò le capacità uditive di circa cento calderai britannici verificando che l’esposizione all’eccessivo rumore poteva danneggiare gravemente l’udito. Le misure precauzionali sul luogo di lavoro sono tuttavia molto più recenti.


• COS’E’ IL CONTROLLO ATTIVO DEL RUMORE? La riduzione attiva del rumore si fonda sul principio dell’interferenza distruttiva: si può cioè contrastare un suono molesto con un’onda sonora della stessa ampiezza ma con compressioni opposte. In questo modo, il primo suono viene annullato dal secondo.


•IL RUMORE HA EFFETTI A LIVELLO INCONSCIO? E’ stato dimostrato che il rumore può effettivamente agire a livello inconscio: ad esempio, da uno studio scientifico francese è emerso che innalzando l’intensità dei rumori di un bar da 72 a 88 decibel, si possono indurre gli avventori a bere il 20% più velocemente.

•IL TONO DI VOCE DELL’UOMO E’ SEMPRE STATO LO STESSO? La vita nelle città, sempre più caotiche, sta progressivamente innalzando il tono di voce degli uomini. A causa del troppo rumore, si tende infatti ad alzare di più la voce. Il World Forum for Acoustic Ecology ha stimato che durante gli anni ’90 il volume medio delle conversazioni negli USA è aumentato di 10 dB a causa dell’inquinamento sonoro.

• QUALI DANNI PRODUCE L’INQUINAMENTO ACUSTICO? Oltre a portare alla sordità, l’inquinamento acustico può anche essere causa di uno stress tale da provocare un attacco di cuore. Uno studio dello Stockholm Environment Institute ha calcolato che circa 45.000 infarti all’anno nei paesi industrializzati sono dovuti proprio allo stress da inquinamento acustico.

QUALI SONO GLI EFFETTI DELL’INQUINAMENTO ACUSTICO IN MARE? A causa dei sonar usati dalle navi, assistiamo allo spiaggiamento degli zifidi, dei cetacei simili ai delfini che vivono negli oceani. I troppi rumori presenti nel mare hanno influenzato anche i canti dei cetacei, che servono loro per orientarsi e scambiare informazioni con l’ambiente, rendendoli più lunghi e ripetitivi.

• COS’E’ LA RADIAZIONE COSMICA DI FONDO? Nota anche come radiazione fossile, la radiazione cosmica di fondo è la prova più importante della nascita dell’Universo grazie al Big Bang. Negli anni ’60, gli scienziati di Princeton erano alla spasmodica ricerca di questa radiazione che avrebbe confermato le loro teorie, ma senza successo. Ci riuscirono invece due ingegneri della società telefonica Bell Telephone, mentre testavano il disturbo originato dall’atmosfera terrestre per il lancio del primo satellite per le telecomunicazioni. Con la loro antenna captarono una fastidiosa interferenza che non riuscivano a eliminare in alcun modo: eseguirono tutti i test possibili e alla fine pubblicarono i loro risultati su Astrophysical Journal. Gli astronomi di Princeton capirono subito che la scoperta di Penzias e Wilson altro non era che la traccia residua del calore sprigionato dal Big Bang. Nel 1978 ai due ingegneri venne consegnato il premio Nobel per la fisica.


• QUAL E’ IL LUOGO PIU’ SILENZIOSO AL MONDO? Esistono delle camere, chiamate anecoiche, completamente prive di eco: la più silenziosa in assoluto è quella degli Orfield Labs, a Minneapolis, negli USA. Chi entra in questa stanza inizia a sentire tutti i suoni del proprio organismo, compreso il battito del cuore: un’ora sola nella camera anecoica può arrivare a causare uno squilibrio mentale.


• PERCHE’ QUANDO ASCOLTIAMO LA NOSTRA VOCE REGISTRATA CI SEMBRA DIVERSA? Il 95% delle persone ha difficoltà a riconoscere la propria voce quando ne ascolta la registrazione, e solitamente la trova sgradevole. Questo accade perché quando parliamo o cantiamo, le vibrazioni provocate dalla voce ci giungono attraverso ossa e tessuti, quindi dall’interno. Invece la voce registrata passa solo attraverso l’aria prima di raggiungere l’orecchio. E’ anche vero che il registratore altera leggermente la voce, ma la ragione principale è certamente quella di ascoltarla dall’esterno.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.